Finanziamenti dell’Unione Europea: nuove prospettive ed opportunità

Il Brasile condivide forti legami culturali e storici con l’Unione europea (UE), è stato uno dei primi paesi a stabilire relazioni diplomatiche con l’UE negli anni ’60 ed è stato riconosciuto nel 2007 come uno dei principali partner globali dell’UE attraverso l’istituzione formale del partenariato strategico UE-Brasile, che copre questioni quali il cambiamento climatico, l’energia sostenibile , lotta alla povertà, processo di integrazione del Mercosur e stabilità e prosperità nell’America Latina.

Il paese più grande dell’America latina e l’UE sono anche importanti partner commerciali, relazioni che si sono ulteriormente intensificate il 28 giugno 2019, quando il Mercosur e l’Unione Europea hanno raggiunto un accordo politico sulla base di un accordo commerciale ambizioso, equilibrato e globale. Questo accordo rappresenta una vittoria per entrambe le parti in quanto crea opportunità di crescita e di creazione di posti di lavoro per i paesi interessati.

Tra le opportunità per il settore imprenditoriale brasiliano derivanti dall’accordo, evidenziamo l’idoneità ad alcuni avvisi di finanziamento dell’Unione Europea. Un’ampia gamma di progetti e programmi è finanziata dall’UE in una serie di settori quali la ricerca e l’innovazione, lo sviluppo regionale e urbano, l’occupazione e l’inclusione sociale, l’agricoltura e lo sviluppo rurale, le politiche marittime e della pesca e gli aiuti umanitari.

Ogni anno, più di 200.000 imprese sono sostenute dall’Unione Europea. Qualsiasi impresa può beneficiare dei finanziamenti dell’UE, indipendentemente dal settore di attività o dalle dimensioni. Le start-up, le microimprese, le PMI e persino le grandi imprese possono richiedere aiuti ai costi per i loro progetti. La decisione di concedere finanziamenti è di competenza delle istituzioni finanziarie locali, che determinano anche le condizioni per la concessione dei finanziamenti.

È in corso un nuovo ciclo di programmi di finanziamento dell’UE e, tra i programmi opportuni per le imprese brasiliane, si distingue l’European Horizon. Il programma dispone di un bilancio di quasi 100 miliardi di euro ed è destinato alla ricerca, allo sviluppo ed all’innovazione dal 2021 al 2027. I requisiti essenziali per partecipare sono la costituzione di un consorzio con almeno tre organizzazioni di nazionalità diverse, disporre di risorse finanziarie stabili e sufficienti per l’esecuzione del progetto e possedere le competenze tecniche e scientifiche necessarie per la sua implementazione.

Il Brasile ha le potenzialità per soddisfare tutte queste esigenze, poiché ospita importanti università e centri di ricerca in diverse aree del sapere, nonché numerose aziende nazionali e multinazionali di diverse dimensioni e settori. Infine, l’Unione Europea è il secondo partner commerciale del Brasile, rappresentando il 15% del commercio totale. È anche il più grande investitore straniero in Brasile, investendo in diversi settori dell’economia brasiliana, con un investimento diretto di 319 miliardi di euro nel paese nel 2020.

Tuttavia, il processo per soddisfare i requisiti necessari può presentare alcune sfide. Come trovare organizzazioni di diverse nazionalità per partnership? Quali sono i requisiti legali per la costituzione di un consorzio? Come procedere con il trattamento delle questioni relative al diritto internazionale?

Il team di Guarnera Advogados risponde a queste e ad altre domande. Contattaci per maggiori informazioni: