Decreto nº 1.046/2021 – Varate nuove Misure Giuslavoriste contro il COVID-19, compreso la proroga dei termini per il pagamento dell’FGTS

In data 27/04/2021, il Governo Federale ha varato il Decreto nº 1.046, essendo lo stesso principalmente una riproduzione del Decreto 927/2020, il quale prevedeva diverse misure in ambito giuslavorista per far fronte alle conseguenze generate dalla pandemia di coronavirus (Covid-19). È importante sottolineare che, le misure previste dal Decreto 1.046 possono essere applicate soltanto fino alla sua scadenza, ossia il 24/08/2021. Tra le diverse misure previste, evidenziamo quanto segue:

È stata introdotta la possibilità di anticipare le ferie individuali e collettive, fermo restando che quelle collettive potranno avere anche una durata superiore a 30 (trenta) giorni. Inoltre, le ferie godute anticipatamente saranno decurtate dalle spettanze di fine rapporto dovute, nel caso in cui il dipendente rassegni le proprie dimissioni.

È possibile modificare il regime di lavoro presenziale in telelavoro, lavoro in remoto o altra tipologia di lavoro a distanza, oltre che determinare il ritorno al regime di lavoro presenziale, indipendentemente dall’esistenza di accordi individuali o collettivi, essendo dispensata la preventiva registrazione della variazione nel contratto individuale di lavoro.

È importante sottolineare che, il tempo di utilizzo delle attrezzature tecnologiche e delle infrastrutture necessarie, come anche i software, degli strumenti digitali o delle applicazioni Internet utilizzate per il telelavoro al di fuori della normale giornata lavorativa del dipendente, non costituirà tempo a disposizione, regime di chiamata o reperibilità, a meno che non vi sia una disposizione in accordo individuale, contratto o convenzione collettiva di lavoro.

È stata prevista la possibilità di anticipare le festività, tuttavia, diversamente da quanto stabiliva il Decreto 927, non sarà necessario il consenso del dipendente neanche nei casi di festività religiose.

È stata prorogata la scadenza del pagamento dell’FGTS da parte dei datori di lavoro, riguardante le competenze di aprile, maggio e giugno 2021, con scadenza rispettivamente a maggio, giugno, luglio e agosto 2021, fermo restando che i pagamenti potranno essere realizzati a settembre, ottobre, novembre e dicembre 2021.

È stata prevista anche la sospensione delle esigenze amministrative in ambito di sicurezza e salute sul lavoro, attraverso la proroga dei termini per le visite mediche occupazionali, tra l’altro.

Infine, si evidenzia che, il Decreto prevede che le procedure riguardanti la normativa collettiva potranno essere realizzate attraverso mezzo elettronico, fermo restando che tali normative entreranno in vigore 1 (un) giorno e 12 (dodici) ore dopo il protocollo innanzi la Sovrintendenza Regionale del Lavoro.

Il Decreto 1.046 introduce diverse altre disposizioni. Per maggiori informazioni la nostra equipe giuslavorista è a disposizione.

Laura Lanser Bloemer

GUARNERA ADVOGADOS